Spinning

Wacky rig: quando i Bass sono diffidenti

Lo specchio d’acqua è scaldato da un leggero sole di maggio che porta la temperatura a raggiungere a fatica i 21 gradi. Un leggero vento proveniente da sud-ovest increspa leggermente l’acqua rendendo impossibile il lancio di alcune esche spiombate molto leggere e compatte. 

La presenza di alcuni bass non manca e la loro reattività alle esche di reazione è molto scarsa a tal punto da valutare di utilizzare una semplicissima montatura da wacky con innescato un dinger di yum color watermelon red. Esca morbida dotata di un peso specifico tale per cui è possibile lanciare a distanza discrete.

La montatura è costituita con un piccolo amo da wacky a pancia larga, il vermone e una lenza in fluorocarbon, indispensabile con pesce diffidente.

Montatura wacky rig per black bass

La tecnica di recupero utilizzata, dettata dalla apaticità dei pesci, prevede di lasciar cadere l’esca spiombata verso il fondo senza imprimere movimento alcuno.

Da una cover intravedo una schiena che si dirige verso l’innesco appena lanciato.  Il filo si porta in leggera trazione e ferro! Dopo un paio di fughe decise verso gli ostacoli presenti nel sotto riva, affiora uno splendido esemplare di bass in ottima forma.

Classica foto di rito e via verso la libertà.

Wacky rig: quando i bass sono diffidenti

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

*