Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Spinning

Rockfishing Isola d’Elba

rockfishing

Per la prima volta in tutti questi anni di blog, mi trovo a scrivere un piccolo articolo riguardante la pesca in mare o meglio, sul rockfishing.

Da sempre appassionato alla pesca con esche siliconiche e al light game, ho deciso di provare anche il “rockfishing”. Questa tecnica, praticata da anni è genitore del light spinning che pratichiamo noi in acqua dolce. Infatti, le canne che oggi utilizziamo in aqua dolce sono derivate da quelle usate nel “rock”.

Con me oggi ho portato una 7 piedi (210cm), 1-7gr. Mulinello taglia 1000 con trecciato 0,04 e terminale fluorocarbon 0,12.

Inicativamente sono queste le caratteristiche che una canna da rockfishing deve avere in quanto andremo a maneggiare esche molto piccole (1-2 pollici) e testine piombate da 1-2gr.

Nella pesca light in acqua dolce ho sempre realizzato personalmente le testine piombate in base ai luoghi, pesci ed inneschi. Per questa avventura infatti, ho portato con me delle testine con amo 10 e 8 rispettivamente di 0,5 e 1,5gr.

La tecnica del rockfishing si svolge prevalentemente in luoghi in cui l’acqua è più calma (dovendo pescare leggero), quindi i porti sono il posto migliore avendo molte possibilità di spot in cui l’acqua è praticamente ferma. Non mancano inoltre buche in cui far calare la nostra esca.

Come prima esperienza non è andata male, anche se di strada ce ne è ancora da fare per ottenere ottimi risultati però mi ritengo soddisfatto e soprattutto divertito.

Ho utilizzato piccoli shad, vermetti e piccoli craw a saltelli sul fondo, i colori più accesi hanno attirati (per curiosità) ogni tipo di pesce. Essendo l’acqua molto trasparente, sui fondali più bassi è stato anche possibile ammirare gli inseguimenti e gli attacchi, molto fulminei.

Esperienza che a tutti gli spinner che si trovano in vacanza consiglio di fare.

Buone vacanze a tutti.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

*