Spinning

Pesca a spinning ultra light, parte 2!

Pesca a spinning ultra light

Nei giorni scorsi si è verificato il passaggio di una perturbazione che ha portato sull’Italia forti venti per diversi giorni. Dopo il passaggio, ha lasciato un’aria fresca con un calo delle temperature nelle ore mattutine per poi avere una gradevole temperatura primaverile nelle ore pomeridiane. Vista l’assenza di vento…è tempo di continuare l’avventura “ultra light”.

Mi reco al mio solito spot in cui ho iniziato a pescare con questa versione “light” dello spinning. Anche oggi monto una micro testina piombata con un piccolo shad Keitech da 2 pollici.

Lancio subito nei punti in cui so che la variazione e la conformazione del fondale si presta come habitat ideale. Infatti, dopo alcuni lanci arrivano le prime catture. Come nella scorsa sessione, mi vengono a far visita: black bass e piccoli persici.

A differenza della scorsa volta, i pesci hanno dimostrato una evidente aggressività. Questo cambiamento climatico avvenuto nei giorni scorsi ha eliminato quella diffidenza e apatia che si era verificata nelle precedente sessione. Infatti, gli attacchi sono avvenuti recuperando l’esca in linea a velocità sostenuta e facendola saltellare sul fondale anche con ritmi molto veloci. In prossimità del branco, si sono verificati attacchi multipli.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

*