Spinning

Pesca a Spinning al Black Bass con Wacky rig

Le catture non sono da record ma il divertimento e  la gioia di pescare non sono venute a mancare e questo è quello conta!Questa tecnina tra gli ostacoli si è rivelata eccezionale.

I lanci si sono susseguiti a ridosso si canneti, erbai, legnaie sommerse e le catture non sono tardate ad arrivare con le emozioni di sempre! Il bass nelle sue “modeste dimensioni” è in grado di regalare sensazioni uniche grazie ai suoi attacchi fulminei visibili in molti casi durante l’osservazione dell’esca in movimento con occhiale polarizzato.

L’innesco Wacky rig si è rivelato fenomenale in quanto (con un esca molto leggera come quella utilizzata) si è grado di riprodurre esattamente la caduta di vermi, animaletti, larve dalle piante e con dei piccoli colpetti con la punta della canna creare un movimento tale per cui il verme sembra che si arrotoli su se stesso.

Un altro vantaggio che ha permesso di ottenere attacchi è stata la <strong>velocità di affondamento</strong> dell’esca, molto ridotta grazia alla sua leggerezza.

Per l’innesco di questo spaghetto in silicone è stato sufficiente applicare un amo alla lenza madre ed innescare lo spaghetto con un terminale tipoWacky Rig. Lo spaghetto utilizzato è il modello proposto da Uncle Josh nella colorazione Avocado.

Ho effettuato diversi lanci con spinner baits (anche se considerata una esca di reazione), jig tra i vari ostacoli sommersi ma la carta vincente è stata non il classico vermone, che ha suscitato diffidenza tra i bass ma gli spaghetti in silicone.
Dalla valigetta “compaiono” jig, spinner baits, vermoni, spaghetti in silicone, grub di piccola taglia che sono le esche che principalmente io e altri utilizziamo in questo spot.I pesci ci sono, le condizioni climatiche anche, il pesce è anche attivo quindi non resta altro che tentare qualche lancio per insidiarli.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

*