Spinning

Light Spinning fiume Po

Light spinning fiume Po

I primi di settembre ci hanno concesso un pochino di tregua dal caldo che quest’anno ha reso in parte difficile la pesca.
Approfitto di questa aria più fresca per concedermi una giornata di light spinning. Questa volta però decido di affrontare con questa tecnica il fiume Po, famoso per le sue catture da record, per i suoi enormi pesci e per la sua maestosità. Questo fiume però regala molte soddisfazioni anche con altre tecniche e io, che mi sono appassionato al light spinning, ho deciso che questo è il mio spot per questa avventura.

Porto con me tre canne. Una canna da 3/8, una da circa 2oz e una da 1oz. Sono tutte caricate con fluorocarbon tranne la 2oz che è caricata con del trecciato. Come esche ho scelto dei piccoli crank e delle esche in silicone montate su testine piombate autocostruite per la pesca leggera.

Ho pescato lungo sponde ricche di ostacoli, cercando di lanciare il più possibile a ridosso della sponda sondando tutte le piccole insenature. La pesca tra gli ostacoli mi ha regalato dei piccoli aspi e anche un piccolo Luccio perca.

Il divertimento è arrivato pescando su una deriva di circa un paio di metri di acqua che, al termine di una curva, crea uno salto fino ai cinque metri. Su questo scalino, facendo saltellare lo shad in silicone ho avuto il piacere di condividere il light spinning con dei bei silurotti.

Grazie al fiume Po e alla sua magia. Un posto per me incantevole.
Prendiamocene cura perchè di posti come questi non ce ne sono più!

Alla prossima! 😉 buona visione…

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

*