Carpfishing

Dove pescare le carpe? Ecco come scegliere il luogo di pesca

Dove pescare le carpe?

La scelta del luogo di pesca è uno degli aspetti che più influenza una sessione. La scelta è una operazione che andrebbe eseguita in maniera molto accurata, cosa che non tutti fanno, perchè proprio il ricercare del luogo in cui le carpe si cibano, stazionano è un passo sicuro verso il successo.

Questo fattore aumenta di importanza quanto meno è il tempo che abbiamo a disposizione per pescare. In una sessione di pesca breve, infatti, non possiamo di certo contare su milioni di boilies cone pasturazione o su prodotti della migliore marca al mondo ma dobbiamo curare l’aspetto “scelta del luogo”!.
La ricerca del luogo ideale va fatta in funzione di alcuni fattori come la presena di ostacoli sul fondale, la presenza di cibo naturale, l’orografia del fondale stesso a cui poi andremo a ragionare in funzione della temperatura dell’acqua e quindi della stagione stessa.

Generalmente per ispezionare un luogo senza l’utilizzo della tecnologia (ecoscandaglio, ecc…) ci serve del tempo, tempo che utilizzeremo per effettuare il pumbling nei vari punti del lago o fiume, cercheremo di rilevare la temperatura dell’acqua e come dicevo prima osserveremo e daremo attenzione a quei punti in cui sono presenti legnaie ed erbai che risultano essere fonte di riparo e possibile luogo di alimentanzione delle carpe.

Attraverso il pumbling andremo alla ricerca di zone in cui il fondale presenti dell variazioni, dislivelli, buche e anche delle secche. Dopo aver con cura disegnato una mappa del fondale ed evidenziato i punti ipoteticamente più proficui valuteremo in base alla stagione quali zone potrebbero essere adatte. Generalmente durante le giornate di sole in inverno le acque basse potrebbero essere più adatte mentre nelle afose giornate d’estate si possono avere catture anche a dieci metri di profondità. Questo però sta diventando un terno al lotto quindi io consiglio sempre, anche se poi non è facile ma bisogna avere coraggio, di collocare una delle canne in uno punto che abbia caratteristiche diverse. Dico questo perchè è capitato che in certe sessioni ci si è salvati proprio con la canna lanciata nel punto in cui nessuno avrebbe scommesso di catturare. D’altronde il carpfishing non è una scenza esatta.

Bene ora dopo aver identificato un settore che a noi sembra essere quello più idoneo inizieremo a pasturarlo.

Riassumendo

  1. Utilizziamo la tecnica del Plumbing per sondare il fondale ricercando dislivelli, buche e secche.
  2. Se possibile, misurare la temperatura dell’acqua.
  3. Osservare la presenza di legnaie, erbai ed ostacoli.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

*