Carpfishing

Come sfruttare i temporali in una sessione di pesca

Prima, durante e subito dopo i temporali, i punti maggiormente efficaci dove posare i nostri inneschi sono, i gradini piu’ o meno accentuati che troviamo sul fondale e le secche che possiamo trovare in mezzo al piano d’acqua.

I nostri mogliori alleati sono il vento che precede i temporali e gli scrisci violenti che inesorabilmente scuotono l’acqua del lago e creano delle vere e proprie correnti che con la loro forza, traspostano ed accumulano detriti di varia natura, come invertebrati, molluschi ed eventulmente le piccole granaglie gia’ scagliate in acqua.

Evidentemente questi cumuli di alimento si andranno a depositare su la risalta di un plateau, in una buca, o sulla spallo di un dosso, infatti queste conformita’ creano veri e propri muri all’interno del bacino.

Osserviamo bene il luogo in cui stiamo pescando e se dovesse “arrivare” un temporale teniamo in considerazione anche questi punti:

Ninfee: in caso di temporali buona parte degli organismi che vivono normalmente ancorati a questi fusti, saranno fiondati in acqua per effetto del vento e dei goccioloni che cadranno. Attenzione è sempre necessario prendere tutti gli accorgimenti per piazzare i nostri inganni da queste parti, se il pesce riesce ad entrare nel fitto intrigo di radici, sara’ ben difficile riuscire a tirarla fuori.

Canneti: possiamo trovare i canneti che crescono su fondale sabbioso e poco profondo o quelli che crescono poco prima di un ripido gradino, la pioggia, ma soprattutto il vento smuoveranno nel primo caso la sabbia del basso fondale attirando le carpe in cerca di cibo, e trasportando detriti e cibo ai piedi del ripido scalino nel secondo caso, che sono normalmente gia’ luoghi di tenuta naturale del pesce.

Canali di scolo: non intesi come veri e propri canali, ma quelli che si formano durante i forti acquazzoni, che passano su terreni e sponde dello stesso lago, traspostando tutto quello che trovano sul loro cammino con l’effetto che ormai abbiamo descritto nelle precedenti descrizioni.

Per motivi di sicurezza è importante considerare alcuni punti fondamentali:

– tenere le punte delle canne rivolte verso il basso,

– non impugnare (quando non è necessario) le canne quando il temporale è proprio sopra di noi,

– non uscire assolutamente in barca,

– possibilmente non indossare oggetti metallici,

– il riparo piu’ sicuro è la propria macchina, importante non toccare le parti metalliche della macchina.

Queste sono le precauzioni da tenere conto durante una sessione di pesca qual’ora dovessimo incontrare sul nostro cammino un temporale, ma è sicuramente un buon momento dove poter cattuarare carpe.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

*